Bando Innovazione B – Regione Toscana – Sostegno a progetti innovativi strategici o sperimentali

DiRedazione Plus Servizi

Bando Innovazione B – Regione Toscana – Sostegno a progetti innovativi strategici o sperimentali

La Regione Toscana con il presente bando intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento in innovazione per l’acquisizione di servizi avanzati e qualificati da parte di imprese in forma aggregata o associata.

Destinatari

Possono presentare domanda:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), in forma aggregata o associata in ATS, ATI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi;
  • Esercenti un’attività economica rientrante in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 individuati nella deliberazione Giunta regionale 643 del 28/07/2014 e dalla stessa distinti nelle sezione diraggruppamento del Manifatturiero (che comprende industria, artigianato, cooperazione e altrisettori) e del Turismo, commercio ed attività terziarie.

Localizzazione

L’investimento oggetto dell’agevolazione deve essere realizzato e localizzato nel territorio della Regione Toscana.

Tipologia di spese ammissibili 

Il progetto d’investimento innovativo coerentemente con quanto previsto dalla disciplina degli aiuti di stato a favore di RSI di cui alla Decisione CE 2014/C 198/01 e dall’art. 28 del Reg (UE) 651/2014, deve prevedere una o più delle seguenti attività di innovazione:

  • a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione ed acquisizione di studi di fattibilità;
  • b) acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione;
  • c) acquisizione di personale altamente qualificato.

I contratti ed i costi sono ammissibili se stipulati, fatturati e pagati dal giorno successivo alladata di presentazione della domanda. Non sono ammissibili le spese relative a servizi, originate da preventivi/contratti o da lettere di incarico sottoscritti per accettazione da entrambe le parti contraenti in data antecedente a quella di presentazione della domanda di aiuto.

Forma e misura dell’agevolazione

Il costo totale del progetto presentato non deve essere inferiore a € 40.000,00 e deve prevedere una spesa massima ammissibile per ciascuna impresa partecipante non superiore ad € 100.000,00. L’intensità dell’aiuto, calcolata sull’investimento ammesso, tiene conto della dimensione d’impresa ed è pari al 60% per la media, 70% per la piccola ed 80% per la microimpresa.

Scadenza

Le domande di aiuto potranno essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 01/12/2016, fino ad esaurimento delle risorse definite nel Piano Finanziario incrementate del 10%. Prossima scadenza: 31/03/2018.

Info sull'autore

Redazione Plus Servizi administrator

La redazione pubblica aggiornamenti e contenuti, per offrire informazioni e news relative alle attività aziendali ed alle opportunità offerte dal mercato agli imprenditori nel settore delle agevolazioni e degli appalti pubblici.

Commenta